Il pilates, la ginnastica dolce e il posturale

Home \ Blog \ \ Il pilates, la ginnastica dolce e il posturale

Il pilates, la ginnastica dolce e il posturale

Share this:

La ginnastica dolce prevede movimenti lenti, esercizi di allungamento, esercizi muscolari a corpo libero ed esercizi di respirazione. Questi esercizi vanno eseguiti in maniera lenta e controllata. Non ci sono fini sportivi o atletici, ci sono numerosi benefici soprattutto per soggetti sedentari e per soggetti che per un motivo o per l’altro non si muovono molto. Nel mio studio è possibile partecipare a delle lezioni con Elisa che abbiamo nominato “posturale”.

La ginnastica dolce aiuta le persone a muoversi, il movimento fa bene alle persone. Molte volte pensiamo che sia lo sport a fare bene di per sè, la verità è che è il movimento a fare bene. Un uomo che non si muove non è un soggetto sano, qualsiasi età abbia. Gli umani sono nati per muoversi. La ginnastica dolce si occupa di movimento, quindi direi che va bene per tutti, dallo sportivo, alla donna in gravidanza, all’anziano.

I vantaggi della ginnastica dolce e del posturale

I vantaggi come detto prima sono soprattutto per soggetti che si muovono poco. Per questi soggetti ci saranno benefici cardiovascolari, ci sarà una tonificazione generale, perchè non essendo abituati al movimento i muscoli reagiranno con “l’ipertrofia”. E’ ovvio che se un soggetto sano e atletico si mette a fare ginnastica dolce a livello ipertrofico non vedrà nessun miglioramento.

Un beneficio che avranno sia gli sportivi che i sedentari sarà quello della mobilità articolare e della flessibilità muscolare. Si avrà più consapevolezza del proprio corpo e miglioramenti a livello posturale. Il rilassarsi facendo del sano movimento credo sia la cosa più importante, in un mondo così caotico e frenetico prendersi un’ora per se, senza intensità e senza pressioni credo sia molto importante.

Non deve passare il messaggio che fare ginnastica dolce è solo roba da anziani. Chi ha tempo e voglia avrà benefici a svolgere questa attività. Pensiamo ad un ragazzo che pratica 4 volte a settimana attività di sala pesi. Magari a fine allenamento trascura lo stretching e le posture.

Iscriversi ad un corso di ginnastica dolce e fare un’ora a settimana potrà aiutare il ragazzo in questione ad essere più mobile, coordinato e smaltire qualche acciacco dovuto ai carichi. E’ solo un esempio ma possiamo adattarlo all’operaio, all’impiegato che lavora 8 ore al giorno al pc tenendo una postura scorretta e via dicendo.

Possiamo associarlo a yoga e pilates ma sono cose diverse, il pilates ad esempio prevede esercizi volti a rinforzare il baricentro, con molti esercizi di core stability, mentre la ginnastica dolce come detto prima si occupa più di movimento. Lo yoga si occupa maggiormente dell’allungamento muscolare e della mobilità.

Il pilates

Il pilates è un tipo di ginnastica preventiva, improntata sul movimento e sulla cura della postura. Il pilates aiuta molto a migliorare l’equilibrio e a rinforzare la colonna vertebrale. In questa disciplina ricopre un ruolo molto importante il core e l’elasticità muscolare. Non è una sequenza di esercizi casuali bensì una vera e propria disciplina che deve seguire regole precise.

Un soggetto invecchia quando perde di mobilità, elasticità e forza. Con il pilates si tengono determinate posizioni volte al miglioramento di questi tre aspetti. Possiamo dire che è una ginnastica anti-invecchiamento. Non è una attività aerobica e particolarmente attiva quindi non è indicata per il dimagrimento.

Il pilates porta benefici soprattutto a soggetti sedentari sani. Non è una ginnastica terapeutica come alcuni sostengono. Non fa guarire per intenderci, però per soggetti sedentari che non fanno sport e movimento il pilates è un’ottima disciplina appunto perchè si fa movimento e si lavora a livello muscolo-tendineo.

Per combattere mal di schiena e lombalgie il pilates risulta essere una buona disciplina. Questo perchè sono previsti esercizi come plank e plank laterale che rinforzano il core. In sintesi è importante rinforzare il core, fare mobilità, stretching e migliorare l’equilibrio.

La respirazione ricopre un ruolo importante. Non si tratta di respirare solamente con i polmoni in modo naturale. Si tratta di respirare contraendo e decontraendo l’addome. L’obbiettivo è quello di mantenere gli addominali inferiori in prossimità della colonna vertebrale. Nell’espirazione si dà maggiore enfasi al reclutamento degli addominali. L’argomento è molto ampio e ci vorrebbe un libro per spiegare che cos’è il pilates, come è nato e come si è evoluto con gli anni, quali posizioni sono previste.

Quello che dobbiamo portarci a casa è che il pilates è una ginnastica che può fare del bene, soprattutto ai sedentari. Fare determinate posture, migliorare la flessibilità e curare la respirazione è importante a prescindere dalla disciplina.

Lascia un commento





Alex

Laganà

Nato il 4/2/1993, fin da piccolo pratico calcio, sport che pratico tutt'ora. Durante gli studi universitari lavoro in diversi centri sportivi e palestre, capendo che quello non è l'ambiente che fa per me. Una volta raggiunto il traguardo della laurea nel 2016 inizio così la mia attività di personal trainer e apro il mio studio a Volvera. Nel mio studio seguo i miei clienti in ogni allenamento. Nel mio tempo libero mi piace studiare e ho avuto modo di frequentare diversi corsi, che mi hanno permesso di specializzarmi nel personal training, nella preparazione atletica, nell'allenamento funzionale e nel recupero infortuni. Nel 2019 decido di aprire questo blog per trasmettere le mie conoscenze a tutti coloro che hanno voglia di imparare e desiderano migliorare il loro stile di vita.

225
9
132

Codice sconto: lagana10