Fumo, obesità e Covid

Home \ Blog \ \ Fumo, obesità e Covid

Fumo, obesità e Covid

Share this:

Fumo e obesità, o anche semplicemente sovrappeso, sono problemi in crescita. Stiamo vivendo un periodo molto difficile, stiamo lottando contro un virus e non sappiamo quando torneremo alla normalità. Le persone più colpite da questo virus sono gli anziani, le persone malate, fumatori, obesi e persone con problemi pregressi. Abbiamo un problema di fondo importante, negli anni passati sono stati fatti molti tagli alla sanità e oggi ci ritroviamo con poco personale, con ospedali senza attrezzatura adeguata e poche stanze. Non è mia intenzione fare il politico, state tranquilli.

Cosa possiamo fare per non essere un bersaglio facile? Sul divenire anziani non ci possiamo fare nulla, invecchiare è scritto nel nostro destino, quello che possiamo fare è cercare di invecchiare il più lentamente possibile e mantenerci il più giovani possibile. Fare movimento, leggere, mangiare bene e rimanere attivi è importantissimo e ritarderà i processi della inevitabile vecchiaia.

L’obesità

Solo l’obesità in Italia grava tra il 4 e il 10% della spesa sanitaria nazionale, una cifra compresa tra i 6 e i 16 miliardi di euro! Questi soldi sicuramente possono essere investiti in modo diverso. Per alcuni può essere semplice cinismo, ma questo è un costo assolutamente da evitare. In natura avete mai visto un animale ciccione? Una tigre che fa fatica a muoversi perché mangia troppo? Oppure immaginatevi una gazzella che deve scappare ma non ha voglia perchè pigra e un po’ in sovrappeso. Problemi cardiovascolari, colesterolo in eccesso, problemi articolari, organi interni in sovraccarico, problemi respiratori, sono tutti problemi causati da sovrappeso. Per sovrappeso ovviamente non è inteso chi deve perdere i classici 2 chiletti.

Cosa possiamo e dobbiamo fare? Chi è in sovrappeso è ora che incominci a fare del movimento e a mangiare bene, deve capire che sta giocando con la sua vita e non solo. Chi è in forma deve aiutare queste persone, deve cercare di farle appassionare al movimento e allo sport.

Lo stato deve fare la sua parte per combattere l’obesità ma fino ad oggi anche qui si sono visti solo tagli, con pochissimi investimenti nello sport. Volevano addirittura togliere l’educazione fisica dalle scuole inizialmente, per poi arrivare alla conclusione che l’insegnante specializzato di educazione fisica non serve, mentre i ragazzini sono sempre più pigri e circondati da videogiochi, social, film e anziché giocare nelle strade come avveniva 20-30 anni fa stanno a casa ad ingrassare. Questi ragazzi fin da piccoli sono abituati a passare le giornate ai videogiochi, senza fare sport, e le conseguenze saranno devastanti tra qualche anno, nel 2030 si stima che 8 milioni di italiani saranno obesi (non sovrappeso, OBESI).

Come fare e cosa fare non spetta a me dirlo, dico solo che bisogna investire nello sport, bisogna educare i cittadini a mangiare bene (un papà che mangia bene sarà un esempio per il figlio) e invogliare le persone a fare attività fisica (anziché far vedere la pubblicità della famiglia che sta a casa sul divano perché non far vedere una famiglia che fa una gita nei boschi?).

Il fumo

Il fumo ci costa in primis molti morti, in Italia si stimano circa 70-85 mila morti l’anno a causa del fumo. Non ho trovato cifre esatte per il nostro paese, ho trovato delle cifre spaventose che riguardano il globo, i costi diretti per malattie attribuibili al tabacco nel 2012 sono stati pari a 422 miliardi di dollari (il 5,7% delle spese sanitarie globali). Il consiglio è ovviamente quello di smettere di fumare e risparmiare anche qualche soldino.

Se non ci fossero fumatori e obesi, quanti soldi risparmierebbe lo stato? Se tutti seguissero uno stile di vita sano, i morti per COVID quanti sarebbero? E’ utopia certo, ma ognuno di noi deve fare la sua parte! Dobbiamo capire l’importanza di una sana alimentazione e di un’attività fisica quotidiana. Non si tratta di diventare atleti, si tratta di mantenere il nostro corpo sano.

Un vecchio detto dice “meglio prevenire che curare”, ecco a mio avviso noi come paese stiamo cercando solo di curare, non vedo il prevenire. Ho scritto questo articolo per sensibilizzare un possibile lettore fumatore o in sovrappeso. Per far capire a tutti che i nostri errori non li paghiamo solo noi in prima persona ma sono problemi di tutta la comunità.

Lascia un commento





Alex

Laganà

Nato il 4/2/1993, fin da piccolo pratico calcio, sport che pratico tutt'ora. Durante gli studi universitari lavoro in diversi centri sportivi e palestre, capendo che quello non è l'ambiente che fa per me. Una volta raggiunto il traguardo della laurea nel 2016 inizio così la mia attività di personal trainer e apro il mio studio a Volvera. Nel mio studio seguo i miei clienti in ogni allenamento. Nel mio tempo libero mi piace studiare e ho avuto modo di frequentare diversi corsi, che mi hanno permesso di specializzarmi nel personal training, nella preparazione atletica, nell'allenamento funzionale e nel recupero infortuni. Nel 2019 decido di aprire questo blog per trasmettere le mie conoscenze a tutti coloro che hanno voglia di imparare e desiderano migliorare il loro stile di vita.

132

Codice sconto: lagana10