Come far tacere i venditori incalliti di integratori

Home \ Blog \ \ Come far tacere i venditori incalliti di integratori

Come far tacere i venditori incalliti di integratori

Share this:

Scrivo questo articolo per venire in soccorso di tante persone che non ne possono più di ricevere richieste di vendita/acquisto di integratori alimentari. Sì, perchè ti propongono di comprare l’integratore oppure entrare nel team e guadagnare soldi facili. A detta di questi venditori i loro prodotti sono unici e speciali, la verità è che in un mondo così frenetico e industrializzato la qualità è purtroppo scadente negli alimenti, figurarsi negli integratori (i loro marchi sono migliori e bla bla). Pensate che le mucche di una marca rispetto ad un’altra vengano coccolate per fare il latte più buono? Oppure che le vitamine siano migliori rispetto ad altri prodotti?

Abbiamo i famosi venditori di H….fe e di Fit…. in prima fila, agguerriti sui social. Ma qualsiasi marca è uguale. Il punto non è sulla marca ma sui soggetti che promuovono il prodotto. Stiamo parlando di venditori assatanati, sembrano aver subito il lavaggio del cervello e spero che qualcuno leggendo questo articolo torni sulla retta via. Non è quindi facile far capire la realtà a queste persone, perchè ormai la vendita di determinati integratori è parte importantissima della loro vita, si sentono parte di un progetto.

La verità è che loro sono una pedina per far guadagnare altre persone, il loro guadagno è dato ovviamente da percentuali, si occupano semplicemente di rivendere un prodotto. Anche io ho un piccolo guadagno con i prodotti Prozis ma per fortuna non vi importuno. Non entro nel merito di metodi piramidali, di percentuali o di quanti soldi si possano guadagnare, non mi interessa. Io credo che ognuno debba fare il lavoro per cui ha studiato e sentire casalinghe o operai fare gli esperti di alimentazione mi fa sorridere, ma mi fa arrabbiare allo stesso tempo perchè so che ci sono ingenui che si fanno fregare da queste persone. Basta avere una bella parlantina e ripetere come pappagalli alcune frasi e il gioco è fatto.

I famosi studi scientifici e brevetti

“Vedi che questi integratori hanno 10 studi scientifici che confermano la loro utilità”. Partiamo dal presupposto che ognuno di noi può fare uno studio scientifico. Ci sono delle regole da seguire, ma provate a scrivere su Google “come si fa uno studio scientifico” e scoprirete che non significa davvero nulla che un prodotto ha degli studi scientifici alle spalle. Anzi ci mancherebbe che venga messo sul mercato un prodotto senza studi, magari sapere che non è dannoso è il primo passo.

Gli studi interessanti vengono poi pubblicati su riviste scientifiche e promossi in giro per il mondo dagli esperti. Per esperti intendo biologi, scienziati, non parlo di ragazze fitness di Instagram, casalinghe o operai. Gli studi vanno letti, analizzati, vedere chi sono i soggetti presi in esame e poi discussi. A questi soggetti che vantano tutti questi studi bisogna rispondere: “mandami pure gli studi, li leggerò volentieri”.

I brevetti sono semplicemente dei titoli che indicano quella ricetta come unica e “non copiabile” da altri. In pratica non vogliono dire nulla sulla qualità e utilità.

Questi integratori li usa Tizio

I personaggi famosi sponsorizzano prodotti per soldi, credo che sia offensivo per la vostra intelligenza approfondire questo capitolo. Ci arriva chiunque che è questione di denaro. Se mi pagate bene sono disposto a sponsorizzare anche una marca di assorbenti, e il ciclo io non ce l’ho, giuro.

Aiutiamo le persone a stare meglio

No. Voi cercate di vendere un prodotto, senza offesa ma cosa ne sapete di cosa hanno bisogno le persone? (soprattutto se sono sconosciuti). Le persone stanno meglio mangiando bene e facendo attività fisica. L’integrazione può essere utile in alcuni soggetti, ma spetta ad un esperto consigliare quale integratore può servire al soggetto in questione. Prima promuovevano determinati prodotti solo ed esclusivamente per la perdita di peso. Poi dopo che la gente (non tutti ancora) ha capito che il dimagrimento avveniva semplicemente perchè non mangiavano e il beverone aveva poche kcal, hanno aggiunto “il benessere” come cavallo di battaglia. Inoltre dopo un anno questi soggetti riprendevano tutti i kg con gli interessi ma abbiamo già parlato di questo più volte di questo. Vi invito a leggere questi tre articoli, una integrazione ovvero un più: “integrazione=benessere“, “la verità su diete, termogenici, frullati” e “la verità sui prodotti dimagranti“.

Ci sono persone che hanno problemi psicologici o alimentari particolari, già difficili da seguire per chi è del mestiere figurarsi per chi non ha competenze. “Infognare” questi soggetti con il vostro progetto farebbe solo danni. Alcuni soggetti hanno bisogno dell’aiuto di uno psicologo o comunque di essere trattati in un certo modo, e arriva il mago di turno che vende su Instagram? Rendiamo le persone incapaci di nutrirsi e sempre pronte ad andare avanti con integratori? Dai, cerchiamo di essere intelligenti.

Integratori per stare meglio

Qualsiasi multivitaminico può farvi stare meglio, ma non è detto che tutti ne hanno bisogno. Il succo con la bustina del prodotto magico sponsorizzato per colazione è inutile perchè mangiando bene non avete bisogno di nulla. Perchè non vi fate una bella spremuta sana, con arance vere, anzichè bere acqua con la bustina di vitamine? Oppure perchè non mangiate della frutta?

Magari ci sono prodotti con gli stessi ingredienti ad un costo inferiore facilmente reperibili al supermercato, solitamente multivitaminici con caffeina e guaranà. Prima di andare a dormire invece? Bisogna vedere che cosa c’è dentro il prodotto, solitamente Zinco, Magnesio e vitamina B6, il classico ZMA. Ma insomma non è questo il punto.

I prodotti possono essere anche buoni, così come quelli di altre marche, il punto è che non serve far parte di un progetto. Soprattutto è sbagliato vendere ad altre persone se non si hanno competenze e non si ha studiato per questo.

2 commenti

  1. Fabrizio Roggeri in 22 Agosto 2022 il 18:47

    Sono dei pazzi senza freni ci sono passato

    • Alex Laganà in 6 Settembre 2022 il 10:00

      Davvero, sembrano parte di una setta, non mollano la presa. Va be piano piano stanno scomparendo per fortuna

Lascia un commento





Alex

Laganà

Nato il 4/2/1993, fin da piccolo pratico calcio, sport che pratico tutt'ora. Durante gli studi universitari lavoro in diversi centri sportivi e palestre, capendo che quello non è l'ambiente che fa per me. Una volta raggiunto il traguardo della laurea nel 2016 inizio così la mia attività di personal trainer e apro il mio studio a Volvera. Nel mio studio seguo i miei clienti in ogni allenamento. Nel mio tempo libero mi piace studiare e ho avuto modo di frequentare diversi corsi, che mi hanno permesso di specializzarmi nel personal training, nella preparazione atletica, nell'allenamento funzionale e nel recupero infortuni. Nel 2019 decido di aprire questo blog per trasmettere le mie conoscenze a tutti coloro che hanno voglia di imparare e desiderano migliorare il loro stile di vita.

4
1
132

Codice sconto: lagana10