Cosa fare in caso di infortunio

Home \ Blog \ \ Cosa fare in caso di infortunio

Cosa fare in caso di infortunio

, ,

Share this:

Cosa dobbiamo fare in caso di infortunio? Dipende dal tipo di infortunio. Infortunarsi in palestra o mentre stiamo facendo attività fisica all’aperto può capitare a tutti. In questo articolo abbiamo già parlato degli infortuni più comuni.

Vediamo come comportarci in caso di infortunio, ghiaccio sì o no? E lo stretching aiuta?

Il ghiaccio è un antidolorifico naturale, “addormenta” la parte interessata ed è molto utile in caso di infortunio. Nell’immediato il ghiaccio è molto importante, riduce il gonfiore e non fa sentire il dolore.

In caso di INFIAMMAZIONI nelle prime 72 ore è consigliato applicare ghiaccio sulla zona interessata più volte al giorno. Nei giorni successivi bisognerebbe accantonare il ghiaccio e cercare di riscaldare la zona interessata per rilassare la muscolatura e migliorare la circolazione sanguigna. Si faranno quindi degli impacchi con acqua calda. La muscolatura si rilasserà e avremo dei benefici a livello di circolazione sanguigna. In questo caso lo stretching è molto utile per una guarigione più rapida.

In caso di CONTRATTURE il ghiaccio è utile subito dopo l’infortunio, dopodichè già dal giorno dopo è necessario cercare, come nel caso delle infiammazioni, di riscaldare la zona interessata, rilassare la muscolatura e allungarla. Tisane rilassanti alle erbe possono aiutare a rilassare l’organismo e la muscolatura. Massaggi decontratturanti aiutano a ridurre i tempi di recupero.

In caso di STIRAMENTI la procedura deve essere la stessa vista per le contratture, con la differenza che non dobbiamo assolutamente fare stretching! Lo stretching è da evitare, perché le fibre sono allungate e parzialmente lesionate, un allungamento peggiorerà la situazione. Evitare anche i massaggi!

In caso di DISTORSIONI la situazione si complica, oltre al ghiaccio iniziale è necessaria la visita da uno specialista che ci informerà sulla gravità dell’infortunio e se è il caso ci consiglierà una risonanza magnetica per vedere il grado della lesione dei legamenti.

Antidolorifici e creme vanno bene?

Sconsiglio assolutamente l’utilizzo di antidolorifici, dobbiamo lasciare che sia il nostro organismo a smaltire l’infortunio in modo naturale, andremo a sovraccaricare inutilmente fegato e reni. Inoltre il sentire dolore è un segnale del nostro corpo, ci fa capire fino a che punto possiamo muovere l’arto. Con un antidolorifico è possibile non sentire dolore, muovendosi oltre il dovuto e peggiorare la situazione.

Le creme possono essere utili a combattere l’infiammazione creatasi ma dobbiamo essere consapevoli che non fanno miracoli. Qualcuno sostiene addirittura che una pomata messa in superficie sulla pelle non potrà essere assorbita in profondità e non serve a nulla, non ho materiale a sufficienza per approfondire questo argomento, quindi dato che male non fanno, suggerisco solo di non esagerare con l’uso delle creme, per motivi economici più che altro.

Dopo un infortunio la riabilitazione è fondamentale

Lascia un commento





Alex

Laganà

Nato il 4/2/1993, fin da piccolo pratico calcio, sport che pratico tutt'ora. Durante gli studi universitari lavoro in diversi centri sportivi e palestre, capendo che quello non è l'ambiente che fa per me. Una volta raggiunto il traguardo della laurea nel 2016 inizio così la mia attività di personal trainer e apro il mio studio a Volvera. Nel mio studio seguo i miei clienti in ogni allenamento. Nel mio tempo libero mi piace studiare e ho avuto modo di frequentare diversi corsi, che mi hanno permesso di specializzarmi nel personal training, nella preparazione atletica, nell'allenamento funzionale e nel recupero infortuni. Nel 2019 decido di aprire questo blog per trasmettere le mie conoscenze a tutti coloro che hanno voglia di imparare e desiderano migliorare il loro stile di vita.

4
2
132

Codice sconto: lagana10