Allenarsi con ernie e mal di schiena

Home \ Blog \ \ Allenarsi con ernie e mal di schiena

Allenarsi con ernie e mal di schiena

,

Share this:

Allenarsi con ernie e/o protusioni si può? Si può e anzi, si deve! Si deve perchè è necessario rinforzare la muscolatura e compensare ad una disfunzione più o meno grave. Possiamo dire che l’ernia è una polpa situata tra due vertebre che fuoriesce a causa di un movimento poco naturale. Questa polpa viene poi “mangiata” e tra le due vertebre rimane dunque poca sostanza morbida. Sto semplificando palesemente l’argomento in quanto complesso a livello medico ma il senso rimane questo, chi vuole approfondire può fare click quì. Ovviamente non ci si allena in fase acuta con grande dolore e/o appena accaduto l’infortunio. Stiamo parlando di chi, avendo fastidi alla schiena, scopre di avere problemi alla colonna vertebrale tramite una risonanza. Con l’età è molto comune rilevare degenerazioni dei dischi intervertebrali, anche in chi non sente fastidi particolari.

Quando la schiena non è sana al 100 % bisogna fare molta attenzione a rinforzare la muscolatura ma senza compromettere ulteriormente la colonna vertebrale.

Come allenarsi in caso di ernie o protusioni?

Bisogna almeno inizialmente evitare sovraccarichi sulla colonna come nel caso degli squat. Dico inizialmente perchè una volta che il cliente impara la tecnica corretta si può inserire gradualmente il sovraccarico. Non è un esercizio preciso a fare male alla colonna, è l’esercizio fatto male a fare danni! Bisogna allenarsi con la schiena sempre in sicurezza, dritta, in posizione di forza, quindi mai fare nulla con lordosi annullata. Dunque tutti gli esercizi vanno bene se fatti con la tecnica corretta.

Se il caso è abbastanza complesso e grave allora si eviteranno tutti i carichi che gravano sulla colonna, si cercherà di rinforzare il più possibile a corpo libero e si eviteranno balzi, saltelli e movimenti bruschi.

Sia per i casi più semplici che per i casi più complessi si preferiscono gli esercizi in piedi, perchè attivando la muscolatura del core ci sarà più protezione alla colonna. Fondamentale rinforzare il core con esercizi statici, preferendo quindi i plank e i plank laterali, evitando quegli esercizi di rinforzo addominale più dinamici dove avremo un movimento della colonna (esempio crunch o sit up). Eliminare assolutamente le torsioni (ma questo a prescindere dalle problematiche alla colonna). Molto importante rinforzare i glutei, perchè glutei forti danno più stabilità.

Sono da valutare tutti i singoli casi, non si può semplificare il tutto con un articolo. In questo articolo abbiamo parlato in modo molto generico, giusto per capire quale strada intraprendere. Spetta ad un professionista seguire il cliente e indirizzarlo al meglio per il suo benessere.

Lascia un commento





Alex

Laganà

Nato il 4/2/1993, fin da piccolo pratico calcio, sport che pratico tutt'ora. Durante gli studi universitari lavoro in diversi centri sportivi e palestre, capendo che quello non è l'ambiente che fa per me. Una volta raggiunto il traguardo della laurea nel 2016 inizio così la mia attività di personal trainer e apro il mio studio a Volvera. Nel mio studio seguo i miei clienti in ogni allenamento. Nel mio tempo libero mi piace studiare e ho avuto modo di frequentare diversi corsi, che mi hanno permesso di specializzarmi nel personal training, nella preparazione atletica, nell'allenamento funzionale e nel recupero infortuni. Nel 2019 decido di aprire questo blog per trasmettere le mie conoscenze a tutti coloro che hanno voglia di imparare e desiderano migliorare il loro stile di vita.

4
2
132

Codice sconto: lagana10